Ultimi articoli
recent

Venezia, tutto quello che c′è da sapere di un giro in gondola

Nei tanti weekend trascorsi a Venezia, non avevo mai fatto un giro in gondola. Così, convinti gli altri tre miei amici, mi sono recato davanti al Palazzo Ducale, ho scelto il primo gondoliere libero e sono salito a bordo. Abbiamo pagato 20€ a testa e via verso la vera Venezia, quella a pelo d'acqua. Ho domandato al gondoliere di farci vedere il Ponte dei Sospiri, la Casa di Casanova e infine la Casa di Marco Polo. Quest'ultima non c'è l'ha fatta vedere. Avrà avuto una settantina d'anni, vestito tipico e occhiali da sole al passo con la moda. Ha imbracciato il remo, si è posizionato sulla parte inferiore della gondola e ha cominciato il suo lavoro.
Ci ha fatto transitare al di sotto del Ponte dei Sospiri, che collega il Palazzo Ducale alle prigioni. Il Palazzo Ducale è formato da pietre a forma di diamante, utilizzate dai gondolieri per spingersi in avanti.

Continuando per il canale osserviamo una vetreria dall'esterno, quindi uno dei palazzi di Casanova. Sottopassiamo piccoli ponticelli e ogni volta rivolgo lo sguardo verso il gondoliere per catturarlo nel momento in cui china il corpo per schivare il ponte. I turisti ci salutano, ci scattano fotografie, chiedono il costo della tratta.

La cosa che mi diverte maggiormente è il curiosare nelle abitazioni affacciate sul canale. Una di queste ha un balcone sul quale sono lasciati dei bicchieri da whiskey. Un'altra avrà sul davanzale una ventina di alcoolici, chissà, forse nascosti per l'occasione. E mi divertono le conversazioni in veneziano stretto fra gli stessi gondolieri. Inoltre scopro alcuni mestieri che necessitano della barca, come il lavandaio che ritira le lenzuola dagli hotel.

Mezz'ora dopo siamo nello stallo davanti al Palazzo Ducale, il giro è terminato. Bellissima esperienza!

Ecco alcune curiosità e consigli:


No, ma costa troppo! Non è vero. Il costo di una corsa diurna (dalle 8:00 alle 19:00) è pari a 80€. Possono salirvi massimo sei persone alla corsa. Dopo le 19:00 il prezzo sale a 100€. Le tariffe, per legge, sono uguali in ogni angolo di Venezia. Gli eventuali supplementi sono per serenate o champagne a bordo.


Tutti uguali questi gondolieri! Il tipico vestito da gondoliere consiste in scarpe nere, pantalone nero, maglia a righe orizzontali nere e bianche (alle volte rosse e bianche) e un cappello di paglia con nastrino nero (o rosso).

Siamo troppi. Affonderemo? Una gondola ha una lunghezza massima di 11 metri, un peso di circa 350 kg. Una volta saliti a bordo, il gondoliere fa sedere i turisti non a loro piacimento, bensì in una maniera consona che mantenga la stabilità.

Belle da vedersi. La produzione della gondola è rimasta immutata. L'azienda Tramontin costruisce gondole dal 1884 con lo stesso sistema. Il legno di rovere è usato per i fianchi, l'olmo per le costole, noce per le cornici, ciliegio per i trasti, abete per il fondo.

Voglio andare lì! Se prendete la gondola in Piazza San Marco, non aspettatevi di vagare per il canal grande. Solitamente il tour previsto è sempre lo stesso, con transito sotto al ponte dei sospiri. Lo stesso vale per le gondole prese dal Ponte di Rialto, l'itinerario sarà più o meno lo stesso.

Soffri di mal di mare? Appena sali sulla gondola, l'instabilità del mezzo provoca quell'oscillazione fastidiosa. Quando si naviga sul mare aperto (per intenderci al di fuori delle ruette, Canal Grande incluso) l'effetto "mal di mare" sarà avvertito maggiormente. Nei canali minori l'oscillazione sarà a mala pena percettibile.

Sorridi! La gondola è l'elemento veneziano maggiormente fotografato. Una volta saliti a bordo sarete il soggetto di foto amatori. Quando transiterete al di sotto del Ponte dei Sospiri sorridete.

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.