Ultimi articoli
recent

Nin, alla scoperta della cattedrale più piccola al mondo

Nin vive in simbiosi col mare, la principale fonte di guadagno per questa comunità marina. Il suo centro cittadino è su un isolotto disposto al centro di una baia dalla forma di ferro di cavallo. Ha una estensione modesta e soli due accessi via terra, posizionati nei due lati opposti. Dall’esterno appare come una piccola fortezza aperta sul mare, con le sue mura basse che scendono – ulteriormente – in prossimità del mare. 
 
nin dalmazia

Questo insediamento è stato abitato già dalla preistoria, o almeno è ciò che testimoniano i ritrovamenti, per essere successivamente colonizzato dai greci e dai romani. Questi ultimi vi costruirono un foro e un tempio, il più grande di tutta la Dalmazia. Ma anche di un acquedotto e di un anfiteatro. Perché i romani puntarono allo sviluppo di questo isolotto? Semplice, perché era famoso per i suoi fanghi curativi. 
Venne distrutta completamente sotto la dominazione slava, per essere ricostruita dai croati. Assunse un’importanza molto grande: qui venivano incoronati i sovrani croati e sempre qui fu istituito il maggiore centro ecclesiastico della Croazia. Passò in mano ai veneziani e successivamente ai turchi. Perse la sua importanza, per riacquisirla ultimamente grazie all’afflusso turistico. 

nin croazia
Aggiungi didascalia

Oggi è un centro molto silenzioso. Ho avuto modo di visitarlo in una giornata autunnale molto calda. Le sue vie erano vuote, le finestre dei palazzi chiuse, le botteghe anche. Solo un bar aperto, solo una chiesa sulla piazza e delle signore anziane – vestite tutte di nero – a sistemare il proprio orto. Il lungomare, dove sono parcheggiate le innumerevoli imbarcazioni in legno, è caratterizzato da piccoli moli. E fra questi ondeggiano uccelli marini protetti. Il luogo adatto per godersi la pace: lo sfondo delle isole croate, le acque silenziose e il sole a scaldare. 

nin croazia
 
Ma più di tutto il resto, vale la pena parlare di un monumento, il simbolo della città. Potremo dire il simbolo che ha reso celebre questa località in tutto il mondo: la Chiesa della Santa Croce. È stata la cattedrale della Diocesi di Nona (storica e un tempo la maggiore della Croazia) e fu costruita nel IX secolo. Ha una pianta a croce latina con abside ed è nota per essere la cattedrale più piccola al mondo. Al lato dell’architrave è conservata la più antica iscrizione croata di tutta la storia.



nin dalmazia


CONSIGLI DI VISITA

Divertimento? Meglio cercarlo altrove. La città di Nin non è adatta a una vacanza all’insegna del divertimento. In quei casi meglio recarsi nella vicina Zadar. Non ci sono molti locali, non ci sono grandi attività da fare. La visita estiva è sicuramente più piacevole.

Come arrivare? Occorre prendere l’autobus di linea dalla Stazione degli Autobus di Zadar. Collega Zadar a Vir e – salvo cambiamenti – è il numero 28. Arriverà a destinazione mezz’ora dopo la partenza. Non vi aspettate stazioni ferroviarie all’arrivo: l’autobus vi lascerà nel mezzo di un incrocio, con la fermata frontale che vi servirà al ritorno. Bisogna procedere in quella via al fianco del tendone della pizzeria per circa 200 metri. Da lì, sulla destra, si intravvederà la porta di ingresso del paese. Il biglietto vi costerà 21 kune (2,5€) e lo potreste fare a bordo senza ulteriori tassazioni.

nin croazia

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.