Ultimi articoli
recent

Il Parco di Lugano dove i libri sono gratuiti

Sulle rive del Lago di Lugano c'è un'area attrezzata che permette di godersi un momento di tranquillità. Fra alberi sempreverdi, e acque azzurrre, un bookcrossing permette di prendere i libri che si vogliono: purché si leggano nel parco. 
 
Le rive del lago di Lugano
 
 
Leggere dovunque non è possibile e la nostra mente, per evadere, ha bisogno di un luogo adatto. Che sia il divano di casa, il sedile di un treno o la sdraio della spiaggia. L’importante ci sia quella dimensione che ci porta a concentrarci sulle parole dell’autore, senza distrazioni. In molti la trovano in natura, e non a caso i suoni stessi della natura sono perfetti per la concentrazione. A Lugano, città svizzera in cui la lingua ufficiale è l’italiano, in tanti scelgono il Parco Ciani, situato a ridosso del lago. Un luogo piacevole, in cui godersi una tranquillità ricercata. E dove la lettura è consigliata.
 
Le rive del Lago di Lugano


Vi si radunano giornalmente gli abitanti della città e i turisti. Sfruttano le giornate soleggiate dei periodi più caldi e si godono la quiete del luogo. Una pace che vive sotto l’ombra degli alberi sempreverdi, al fianco di eleganti aiuole colorate immancabili in Svizzera. Il tutto in una cornice naturale nel cuore della città. Ognuno può prendere una delle tante sdraio messe a disposizione e portarsela nel parco, nel punto desiderato. Che sia al fianco del viale, o a pelo dell’acqua. O magari vicino alle giostre per i più piccoli, in modo da controllare il proprio figlio mentre gioca. Il lento scorrere del tempo e i suoni naturali accompagnano la sosta. C’è anche chi sceglie di leggere al sole, mentre si colora la pelle: non essendoci il mare resta l’abbronzatura sul lago. I più timorosi si immergono nelle acque: ghiacciate, non per tutti. Altri si godono una piacevole passeggiata lungo la secca, dove i cigni non sono minacciosi e ti si avvicinano senza beccarti. 
 


In questa atmosfera è facile trovare il luogo adatto per concentrarsi. Lo è ancora di più trovare le persone che vi si fermano a leggere e studiare. Giovani e non: tutti accumunati dalla voglia di evadere con la testa, restando comunque in città. Per questo motivo si è favorita la lettura: con l’introduzione di una struttura che contiene al suo interno una libreria. Tutti i libri sono messi a disposizione del lettore e possono essere presi senza dover dare nulla in cambio. Un vero e proprio Bookcrossing, nato e connesso al parco. Una volta letto il libro desiderato lo si riporterà indietro: per consentire agli altri di godere dello stesso servizio. Per la maggior parte i testi sono in italiano, ma non mancano quelli in francese, tedesco, inglese. Non si pagherà nulla: o tutt’al più una consumazione nella stessa struttura in cui trovare i libri. 
 




COSA VEDERE A LUGANO

La città di Lugano è relativamente piccola e la si può girare con poche ore. Il suo centro storico si concentra fra la collina e le rive dell’omonimo Lago. Fra le cose da vedere c’è la Chiesa medievale di Santa Maria degli Angeli, in cui si trovano gli affreschi di Bernardino Luini. Ma anche la Cattedrale di San Lorenzo, con un interno barocco e il portale rinascimentale. Le vie del centro storico sono eleganti e piacevoli da girare. Infine, all’interno del Parco Ciani si trova il Museo Cantonale d’Arte: ospita, fra le tante, opere di Renoir e Degas. 
 
Lugano, Villa Ciani



COME ARRIVARE A LUGANO

Lugano è una delle prime città del Canton Ticino, al confine con l’Italia. Si trova a una ventina di minuti dalla frontiera ed è accessibile da una strada statale che arriva fino al centro urbano. Per chi arriverà in macchina la direzione da seguire è quella di Chiasso – Como. Una volta arrivati in prossimità del capoluogo lombardo, si procederà verso la Svizzera, seguendo le indicazioni con la sigla CH. Oltrepassata la frontiera, si continuerà verso Lugano. La ferrovia è ben collegata con la Lombardia. C’è anche un aeroporto di riferimento. Non è da escludere un eventuale arrivo con l’autobus.


COME MUOVERSI A LUGANO

Il consiglio personale è quello di prendere come punto di riferimento la Stazione Ferroviaria della città. Qui si arriverà sia col treno, sia coi bus (la fermata è alle spalle della stessa), sia in automobile: dietro la stazione c’è un parcheggio che si paga a ora, con tariffe variabili. Una volta entrati nella stazione si potrà discendere verso il lago o a piedi, o con la funivia. Si arriverà al centro della città, facilmente girabile a piedi.


COSA VEDERE NELLE VICINANZE DI LUGANO

Nelle immediate vicinanze di Lugano sono consigliate le visite alle città di Chiasso e di Mendrisio. Ma anche ai centri di Morcote e di Riva San Vitale. Poco prima del confine la città di Como, col suo Lago, merita una visita.


CONSIGLI

Per chi arriva in automobile fate molta attenzione ai diversi pedaggi autostradali, soprattutto a quelli al confine italiano. Una volta che entrerete in Svizzera ci sarà da pagare l’autostrada: 40€, con validità annuale. Attenzione ai costi: la città è molto cara e i negozi hanno dei prezzi maggiorati. Così come i ristoranti, che in media hanno pasti sui 20€ a persona. Evitate qualsiasi ulteriore atteggiamento incivile, come gettare carte o attraversare fuori dalle strisce pedonali: in Svizzera più che da altre parti si rischiano sanzioni.


Articolo Scritto: Luglio 2018.
Ultima Modifica: Luglio 2018.

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.