Ultimi articoli
recent

Dalla casa sull′albero al letto sotto le stelle: la magia dell′Agriturismo L′Aperegina

L'Agriturismo L'Aperegina non è un luogo in cui soggiornare: ma è un'esperienza da vivere nel cuore dell'Abruzzo. Dormire fra queste camere, immerse nel verde, permette di raggiungere un benessere psicofisico: l'ideale per staccarsi dalla vita frenetica di tutti i giorni. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegin, la Camera Cuore


Non è facile da ritrovare e forse questo isolamento contribuisce al fascino del luogo. Ma poi metti l’indicazione sul navigatore ed eccoti nei pressi dell’Agriturismo L’Aperegina, a tre minuti dal borgo di Corvara. Già l’ingresso ti fa capire che non sei in un angolo di mondo qualsiasi, e quel vialetto, ricavato all’interno di un bosco, è come se fosse il cordone ombelicale che ti proietta nella natura, facendoti abbandonare la strada asfaltata. O forse ti proietta nella lentezza e ti fa lasciare alle spalle la frenesia della vita di tutti i giorni, come una strada asfaltata in cui poter accelerare. Qui si è costretti a rallentare, a percepire lo spazio circostante, a farsi influenzare dal contesto. E in tutto ciò sei davanti la cancellata d’ingresso, con l’immagine di una casa immersa nella natura. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, il cortile principale


L’agriturismo è oltre quella cancellata, in primo piano rispetto alle montagne circostanti. Ti colpisce la pace del luogo: non ci sono rumori ma suoni: gli stessi che ti aiutano nella concentrazione, gli stessi che ti riportano a quando eri bambino. Ma poi pensi alla tua infanzia, alla tua città e ti accorgi di non averli mai vissuti: ma sempre ricercati. E così entri, venendo accolto dai due proprietari: Marino ed Elide. Una coppia che non è paragonabile a un libro aperto, ma a una intera libreria da sfogliare. Sono loro a prenderti per mano e a portarti verso la stanza prenotata, non prima di averti mostrato i tanti loro sogni: realizzati in quello spazio, come una casa sull’albero, una fioriera alternativa o un arnia per le api. Tutto ruota attorno alla positività e al rapporto con la natura: e come un’orbita planetaria ci si ritrova a ruotare senza accorgersene, attirati dallo spirito del sito. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, il cortile principale


La stanza, all’interno della tenuta, può essere vicina al bosco, oppure all’orto. Questo contatto col verde è costante e permette di rigenerarsi con la mente. Il sonno sarà garantito dal silenzio e al risveglio ci si sentirà rigenerati, come non mai. Le giornate passeranno più lente e si potrà scegliere se viverle all’interno della tenuta, magari lavorando col proprio pc (Wifi disponibile), oppure girando i dintorni: perché si è in un punto particolare dell’Abruzzo, fra il Gran Sasso e la Majella. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, pianta di melocotogno



UNO STILE DI VITA

Cosa porta una coppia a cambiare, radicalmente, stile di vita? Immaginatevi di vivere un’intera vita con il vostro lavoro e le vostre abitudini, e tutt’un tratto di ritrovarvi stufi della routine quotidiana. Di capire che lo stress cittadino non fa per voi. Che tutto ruota attorno all’economia e alla mancanza di tempo, di relazioni. Questo stacco, deciso, può essere figlio dell’esperienza personale, oppure di quella esperienza acquisita attraverso una storia conosciuta o un libro letto. Il signor Marino ebbe questo impulso da un libro: “l’Autosufficienza”. Da quel momento la sua vita cambiò. Acquistarono assieme questa tenuta e nel tempo la arricchirono, fino a farla diventare quella che oggi conosciamo. Ma il processo non si è fermato: è una continua evoluzione, la stessa che è intrinseca nella nostra vita. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, depandance


Così l’Agriturismo L’Aperegina propone un modo diverso di vivere l’ospitalità. Un modo che si sposa con lo stile di vita di questa coppia: vivere il contatto con la natura e scambiare le proprie esperienze di vita in questo luogo fuori dal mondo. Un luogo che, come dice il signor Marino, è in prestito dalle generazioni future e per tanto va rispettato e tenuto al meglio. Chi viene qui lo fa per ritrovare la pace interiore, per vivere con lentezza la giornata, dialogando con gli altri ospiti, vivendo assieme ai proprietari. Uno scambio di storie, che porta a una ricchezza reciproca e valorizza la cosa più preziosa del mondo: quelle relazioni positive che ci permettono di raggiungere, in qualche modo, la felicità. Perciò, regola fondamentale per chi passerà da qui, è quella di farsi trasportare dalla magia del luogo, senza porre barriere fra il proprio soggiorno, o vacanza che sia, e chi si incontrerà. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, la sala da pranzo



IL CIBO PRIMA DI TUTTO

Non vi aspettate di trovare il cibo del supermercato. Quasi tutto, se non tutto, viene prodotto direttamente all’interno dell’agriturismo stesso, o tutt’al più acquistato da persone del luogo. Una regola vige su tutte le altre: il cibo deve essere prodotto secondo regole biologiche, senza conservanti, senza trattamenti non naturali. Per questo motivo ciò che mangerete a tavola sarà il frutto di coltivazioni e allevamenti di gran qualità. Col grano, situato in un campo della tenuta, lontano da qualsiasi agente inquinante, si produce la pasta che verrà servita. Con la frutta si faranno marmellate e confetture: di arancia, di lampone, di frutti di bosco, di fichi e infine di melocotogno. Il miele verrà ricavato dalle api, tenute in apposite arnie. Infine la verdura sarà presa dal campo coltivato.

Molto interessante il processo biologico del cibo. Gli avanzi non saranno gettati, bensì recuperati e trasformati in letame fertile, attraverso l’uso dei composter. In questo modo si riduce l’impatto ambientale e la spazzatura, abilmente riciclata, diviene minima. Inoltre dimenticatevi la plastica nel servizio: tutto su piatti di porcellana e bicchieri di vetro. Insomma, l’ambiente è realmente al centro del progetto. Ma cosa potreste ritrovarvi a tavola? La sperimentazione è una delle abilità di Marino ed Elide. Durante il mio soggiorno ho avuto modo di gustare una pasta al pesto di melanzane, una pasta al peperone giallo, ma anche della carne cucinata con abilità. Ogni sabato sera la pizza, preparata in un forno a legna, è un appuntamento fisso, che richiama anche la presenza di amicizie nel circondario. Si pranza e si cena all’interno di una loggia, composta da una sala con un grande tavolo e da una cucina professionale. Ma anche fuori in giardino, soprattutto nelle giornate più calde, con una vista sulla montagna buia e con la presenza lontana delle luci della città. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, la colazione



LE CAMERE DELL’ AGRITURISMO L’APEREGINA

L’agriturismo è formato da diverse camere, ognuna delle quali smistate all’interno della tenuta. Ogni camera è nata nel tempo, non da un progetto, bensì da un’idea. Da un dettaglio preciso, che successivamente è stato plasmato e adattato al pensiero. E in questo modo il luogo è divenuto unico, impossibile da trovare altrove. Ogni camera è un’esperienza, ogni esperienza è un qualcosa che arricchisce il soggiorno. Ogni soggiorno, trascorso qui, è diverso da quello precedente: e forse è questo il motivo che porta gli ospiti a ritornare, anno dopo anno.

La camera più curiosa dell’agriturismo è sicuramente quella sull’albero. Ed ha anche una storia interessante, che vale la pena raccontare. Fu costruita diversi anni fa, al di sopra di un mandorlo, dallo stesso proprietario: il signor Marino. Qui lui visse per un periodo, preferendo il contatto con la natura alla più comoda abitazione. Successivamente la mise a disposizione degli ospiti e la trasformò in un angolo d’amore in cui rinchiudersi. Grazie a un insieme di fattori, che spaziano dalla pace del luogo fino al rapporto diretto con la natura, divenne il luogo ideale per il concepimento. E sembrerà incredibile: ma tre coppie, con problemi di sterilità, sono riuscite in vent’anni a esaudire quel sogno di avere un figlio. L’ambiente è spartano, con un letto a terra, ma recupera fascino nell’atmosfera ricreatasi. Gran parte della struttura è ricoperta da rampicanti, che accentuano il contatto con la natura. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, la casa sull'albero


Una seconda stanza colpisce per un dettaglio: la finestra a forma di cuore. La stessa che dà il nome a questa “camera cuore”. Il suo interno, con un letto matrimoniale e un bagno privato, è l’ideale per una coppia che vuole vivere un momento rilassante in natura, godendosi la vista sul panorama. Una terza camera è denominata “camera meridiana”, per un motivo: ha una meridiana riprodotta al di sopra della porta d’ingresso. E funziona bene, realizzata con precisi studi sulla luce solare.

L’ultima camera è stata inaugurata nell’estate 2018, e non lo nascondo: è la mia preferita. Nonostante sia stata progettata su di una palafitta, tutta in legno, ha un materiale che si ritaglia un ruolo da protagonista: il vetro. Così una prima grande vetrata, a tutta parete, consente di avere un affaccio panoramico sulle montagne e sul mare Adriatico, lontano nello sfondo. Mentre la seconda vetrata, installata sul soffitto, consente di vedere la stellata notturna. Può essere oscurata, in caso di necessità, con una serranda orizzontale. E infine una terza, in bagno, si affaccia sul bosco attorno alla camera. La stanza ha dei colori tenuti, tipici del Mediterraneo. Il bianco, il blu e l’azzurro: armonia che rilassa la mente. Il tutto valorizza la trapunta del letto matrimoniale, con un famoso quadro di Van Gogh stampato al di sopra, e il piccolo lettino con i cuscini dipinti a mano. C’è un piccolo bagno, ben attrezzato, con una doccia idromassaggio con tanto di impianto stereo al suo interno. Infine, all’esterno, la tettoia con balconcino ricorda le case coloniali e il piccolo giardino, alla base, dà quel tocco di colore al tutto. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, la camera in cui dormire sotto le stelle



QUALI ESPERIENZE FARE NELL’AGRITURISMO L’APEREGINA

Nell’Agriturismo L’Aperegina si possono vivere diverse esperienze, che spaziano dal contatto con la natura al rapporto col cibo, passando per la qualità del sonno. Eccone una lista:

- Dormire sull’albero
- Dormire guardando le stelle dal letto
- Assaggiare prodotti a metri 0 (km 0 era troppo dispersivo)
- Passeggiare nel percorso ad anello che circonda l’agriturismo. Lungo 1 km
- Lavorare col proprio pc con una vista sulla valle (e con tanto di connessione)
- Relazionarsi con gli ospiti dell’agriturismo, come in una grande famiglia
- Imparare a riconoscere le piantagioni coltivate


COME ARRIVARE NELL’ AGRITURISMO L’APEREGINA
L’Agriturismo L’Aperegina si trova in un angolo dell’Abruzzo quasi interamente isolato. Per l’esattezza nel comune di Corvara, laddove si trova uno dei borghi abbandonati più belli e suggestivi della regione. Arrivando dall’autostrada bisognerà uscire a Torre dei Passeri e proseguire verso Castiglione a Casauria. Si attraverserà il paese di Pescosansonesco e quindi si giungerà a Corvara. Dal borgo si risale verso la contrada Colli fino a giungere nell’agriturismo, in contrada Pretara. In alternativa si potrà arrivare fin qui escludendo l’autostrada: strada che passerà da Villareia, Rosciano, Cugnoli.


COSA VEDERE NELLE VICINANZE DELL’ AGRITURISMO L’APEREGINA

La prima cosa da vedere, nelle vicinanze dell’Agriturismo L’Aperegina, è il borgo abbandonato di Corvara. In realtà è parzialmente abbandonato e al suo interno vivono un paio di persone. È molto suggestivo come luogo ed è impreziosito dalla presenza del campanile, perfettamente conservatosi. Nel 2017 è stato il set cinematografico del film “Omicidio all’Italiana”, diretto da Maccio Capatonda. 

agriturismo abruzzo
Agriturismo L'Aperegina, il borgo di Corvara


Per le persone religiose e devote, nella vicina Pescosansonesco si trova il Santuario del Beato Nunzio Sulprizio. Qui sono conservate parte delle spoglie di questo ragazzo nato a Pescosansonesco, protettore degli invalidi. Nel settembre 2018 sarà elevato a santo.

Superando le montagne che circondano Corvara, si arriverà lungo la Valle del Tirino. Qui si trovano non solo i borghi di Bussi sul Tirino e di Capestrano, ma anche una serie di attrazioni concentrate in pochi chilometri. Come il Lago di Capodacqua, in cui osservare due mulini con le mute da sub, o la Chiesa di San Pietro ad Oratorium, in cui è conservato uno dei rarissimi quadrati magici (Rotas Opera Tenet Arepo Sator). Ma soprattutto si trova il punto di attracco per la navigazione del fiume Tirino: un servizio gestito da una Cooperativa locale: il Bosso. Vi permetterà di arrivare fino alle sorgenti di quello che viene definito il fiume più pulito d’Italia. 


Articolo Scritto: Agosto 2018.
Ultima Modifica: Agosto 2018.

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.