Ultimi articoli
recent

Tour del Lago Maggiore: i luoghi assolutamente da vedere

Il Lago Maggiore è una delle località più belle d'Italia. Sulle sue sponde si concentrano alcune attrazioni che vale la pena visitare: dalle città agli eremi, dai possedimenti della famiglia Borromeo fino alla seconda statua più alta al mondo.
Lago Maggiore (dal sito pixabay.com)


Ci sono periodi dell'anno in cui un soggiorno sul Lago Maggiore può diventare una valida alternativa. Prendiamo la fine della primavera e l'inizio dell'autunno, quando le temperature permettono di girare senza problemi di forte caldo e allo stesso tempo di forte freddo. In queste giornate le tante attrazioni situate sulle sponde del Lago Maggiore vengono prese d'assalto. Ma quali sono?

L’EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO

Trovare un luogo simile altrove non è facile. Forse perché è uno fra i pochissimi eremi esistenti a trovarsi a strapiombo sulle acque di un lago. O forse perché è un’opera che si ritaglia uno spazio di protagonista nel turismo locale. L’Eremo di Santa Caterina del Sasso ha una storia interessante, che risale al XII secolo, quando un certo Alberto Besozzi fece un voto a Santa Caterina d’Alessandria. Pregò la santa durante un naufragio, lui che era un mercante e usuraio. Salvatosi abbandonò tutto e costruì questo eremo sulla sponda orientale del lago. La prima cappella votiva, detta anche sacello, è ancora visitabile e ospita le spoglie dello stesso mercante. Successivamente il sito si ingrandì e da eremo divenne un complesso monastico. Dal XIV secolo vi si aggiunsero ulteriori costruzioni, fra cui la Chiesa di San Nicolao e la Chiesa di Santa Maria Nova. La visita inizia dalla piazzetta col bar, situata appena oltre il grande parcheggio per automobili e autobus. Da qui si potrà scegliere se scendere a piedi, su una irta via pedonale, o con l’ascensore. Una volta arrivati a destinazione, ci si ritroverà in un portico d’ingresso, che inquadra il Lago Maggiore. È rinascimentale e si accosta al monastero contenente affreschi di Bernardino Luini. Dallo stesso si arriva a un secondo cortile, quindi a un terzo, in cui è posizionata la chiesa col sacello. La vista sarà di grande pregio. Sotto l’eremo un punto di attracco per imbarcazioni turistiche. 
L'Eremo di Santa Caterina del Sasso



LA ROCCA BORROMEA DI ANGERA

Di certo non passerà inosservata e la sua posizione privilegiata, fra il Lago Maggiore e le Prealpi Lombarde, le donerà un aspetto ancor più interessante. La Rocca Borromea di Angera è una delle costruzioni più belle della regione e dal XV secolo domina questo angolo del Lago Maggiore. È formata da cinque diversi corpi di fabbrica collegati fra loro e da un elegante giardino in cui sono presenti piantagioni medicinali e altre ornamentali. Alcune delle stanze sono da ricordare: la sala del Buon Romano, delle Cerimonie, della Mitologia, di San Carlo, di Giustizia e infine dei Fasti Borromeo. Il patrimonio architettonico e artistico si fonde con una collezione permanente, trasformata in un museo nel 1988. Si tratta del Museo della bambola e del giocattolo, che raccoglie oltre mille bambole realizzate dal XVIII secolo in poi. Per visitare la Rocca bisogna raggiungere la località di Angera e da lì seguire le indicazioni per la Rocca. Si risalirà una stradina stretta e si giungerà fino al grande parcheggio. La biglietteria si troverà a ridosso dell’ingresso. Costo 9,5€ per gli adulti e 6€ per i ragazzi (dai 6 ai 15 anni). 
La Rocca Borromea di Angera



CASTELLETTO SOPRA TICINO

La particolarità di questa località in provincia di Novara sta nel trovarsi sia sul Ticino, sia sul Lago Maggiore. È una città elegante dalla storia millenaria, senza nessun principale elemento di pregio. È consigliata per trascorrere un piacevole aperitivo al tramonto, godendosi il lago nel momento più bello della giornata.


ARONA

Opposta alla Rocca di Angera si estende la città di Arona, nella provincia di Novara. Colpisce per la sua piacevole e ricercata atmosfera, ma anche per l’ordine con cui tutto è posizionato. Verde urbano, design, monumenti e palazzi: sembrano far parte di un puzzle preciso, che si specchia sulle rive del Lago Maggiore, oltre quel muraglione, oltre quella banchina adatta per una passeggiata. Se da una parte Arona è formata da una passeggiata che attraversa tutta la città, a diretto contatto col lago, dall’altra il centro storico è formato da antichi palazzi, posizionati in strette vie con eleganti cortili e palazzi che ricordano i ballatoi lombardi. È consigliata una sosta in Piazza del Popolo, per godersi un aperitivo al tramonto o per ascoltare il suono delle onde che si infrange sul muraglione. Ma anche una passeggiata nelle ore serali, con le luci dei locali e le armonie dei cantori. 
Arona



IL COLOSSO DI SAN CARLO BORROMEO

Svelerò immediatamente il record di questa statua: è la seconda più grande al mondo. Prima di lei solo la Statua della Libertà di New York, con l’autore della stessa che soggiornò ad Arona per studiare il Colosso di San Carlo Borromeo. La statua raggiunge un’altezza di 35,10 m e fu realizzata nel 1698, dopo 84 anni di lavoro.


[Gentilissimo lettore, questo articolo è in continuo aggiornamento: ogni qual volta visiterò una nuova località sul Lago Maggiore, la aggiungerò alla lista]



COME MUOVERSI SUL LAGO MAGGIORE

Il giro completo sulle sponde del Lago Maggiore è molto lungo e potrebbe durare diverse ore. È consigliabile muoversi in automobile, in modo da scegliere le principali attrazioni e vederle a proprio piacimento. Sconsiglio mezzi pubblici, a meno che non si visiti una località specifica. 
Lago Maggiore (dal sito pixabay.com)



Articolo Scritto: Agosto 2018.
Ultima Modifica: Agosto 2018.

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.