Ultimi articoli
recent

10 consigli da seguire prima di partire

Viaggiare è la cosa più bella del mondo. Ti permette di costruire una parentesi ricca di emozioni al di fuori della routine quotidiana. Tuttavia ogni viaggio va preparato e costruito al meglio, partendo proprio dall'organizzazione dello stesso. Prima di partire è fondamentale rispettare almeno questi 10 consigli. Pronti a partire?

(Foto dal sito pixabay.com)


1. Informati, e tanto, su cosa potrai vedere.
Quante volte siamo partiti per un viaggio e al ritorno ci siamo accorti che a pochi chilometri da dove eravamo noi si nascondeva una delle sette meraviglie del mondo? Naturalmente si scherza, tuttavia capita spesso di viaggiare senza conoscere appieno la destinazione. In questo modo il viaggio diventa parziale e si rischia di perdere un qualcosa di bello o appagante. Soprattutto nei viaggi lunghi, quando la possibilità di ritornare in quella stessa meta sarà più bassa. Detto ciò capita anche di non avere il tempo di fare tutto, ma almeno un’eventuale selezione sarà meno dolorosa del sapere di aver perso un qualcosa di “meraviglioso”. Dunque, prima di partire, acculturatevi sulla destinazione scelta. Acquistate libri, guide turistiche, consultate i blog di viaggio e visualizzate i tanti video a disposizione. Dopodiché selezionate, in ordine di preferenza, ciò che riuscite realmente a visitare.

2. Informati, e tanto, su ciò che troverai.
Mai partire disinformati, soprattutto sulle questioni pratiche. Ogni destinazione presenta distinte situazioni a cui adattarsi. Per esempio: quale situazione sanitaria incontrerò? Quale clima ci sarà? Dove potrò prelevare? Quale sarà la valuta? E via via tutte le altre. La maggior parte delle questioni pratiche sono ricercabili nelle principali guide turistiche, o sui siti internet di riferimento per il turismo. Al contempo bisognerà riflettere su tutte le ipotetiche situazioni che si potrebbero verificare. Per esempio: devo spostarmi in notturna con un treno, ma come arriverò alla stazione se non ci sono mezzi pubblici? Insomma, informatevi al meglio e fate in modo di non incappare in spiacevoli sorprese.

3. Fai una lista di ciò che ti dovrai portare.
Succede spesso: il giorno prima di partire ci ricordiamo della valigia da fare. Così la stanza, ordinata qual era, si ritrova in uno stato di disordine, con vestiti buttati alla rinfusa sul letto, in attesa di essere selezionati o scartati per il viaggio. Questa pratica è negativa, almeno per due motivi: 1) vi porta a vivere con ansia un momento piacevole, e con l’ansia indosso è più facile dimenticarsi un qualcosa o sottovalutare un possibile imprevisto di viaggio, 2) se in quel momento vi accorgete della mancanza di un qualcosa di indispensabile, ai fini del viaggio, potrebbe essere tardi. Io mi sono organizzato in un modo relativamente più efficacie. Ho una lista pronta in base al numero di giorni e alla temperatura del luogo che visiterò. In questo modo so già cosa mettere in valigia. Un consiglio, suddividete la lista in punti e sottopunti. Dei punti potrebbero essere: valigia (bagaglio a mano, valigia grande, zaino), abbigliamento, tecnologia, oggetti vari, documenti.

4. Scegli un’assicurazione di viaggio. Durante qualsiasi viaggio possono verificarsi degli imprevisti. Se essi non vengono calcolati si rischia di ritrovarsi in spiacevoli situazioni, alle volte complicate da gestire. Per fortuna esistono delle assicurazioni di viaggio che permettono di prevenire il problema. In questo modo non si correrà il rischio di ritrovarsi senza eventuali coperture sanitarie o senza bagagli od oggetti di valore smarriti.

5. Fai un piano economico. Mi sono accorto che durante un viaggio spendo senza una logica. Anzi, lo ammetterò: alle volte acquisto solo per il gusto di acquistare. Tuttavia, durante un viaggio in giro per l’Europa, ho sperimentato questo nuovo metodo per risparmiare senza farmi mancare nulla. Escludendo la prenotazione alberghiera, ho previsto un budget giornaliero con la cifra massima che avrei accettato di spendere. Quella cifra l’ho divisa per voci ed è venuto fuori un piano economico vero e proprio. In questo modo so già quanto mi costerà di base il mio viaggio, imprevisti esclusi. Se durante le singole giornate sono stato particolarmente attento e ho risparmiato del denaro, lo stesso potrà essere rispeso o per saldare eventuali imprevisti, o per fare un qualcosa di non calcolato ma che in quel momento mi va di fare.

6. Controlla il peso e la dimensione della valigia. Negli ultimi anni tutto si è complicato. Alcune compagnie aeree, rispetto ad altre, vogliono dei bagagli con dimensioni precise e soprattutto con un peso limite. Incappare in un inconveniente è molto più facile del previsto e rischia di aumentare il costo della vostra vacanza. Meglio informarsi prima, con una semplice ricerca sul web. 

7. Alcuni farmaci sono utili. Nella tasca laterale del mio beauty case non mancano mai i farmaci. Non perché ne sia dipendente e al minimo problema debba abusarne, ma semplicemente perché indispensabili nel momento di bisogno. Li uso soprattutto in caso di febbre o forte mal di stomaco, e non possono mancare gli antibiotici.

8. Occhio ai documenti.
Prima di partire è fondamentale fare un check della documentazione necessaria per il viaggio. Innanzitutto facendo una copia dei documenti personali, soprattutto della carta di identità e del tesserino sanitario. Quindi dell’eventuale visto e della carta d’imbarco. Su quest’ultima non informatevi all’ultimo momento: potrebbe essere tardi. Il consiglio è quello di organizzare un promemoria di viaggio da consultare fino alla partenza.

9. Non dimenticarti di casa tua (e del tuo lavoro). Durante un viaggio vogliamo una sola cosa: staccare la testa dalla routine quotidiana e concentrarci solo su quello che faremo dal momento in cui partiamo fino al rientro. A distrarci, però, ci potrebbero essere delle ansie. Le più fastidiose sono quelle che riguardano la nostra abitazione: “avrò chiuso tutte le finestre? Il gas è spento?”. La soluzione è quella di preparare una To Do List di cose da fare in casa prima di partire. Al contempo lasciate le vostre seconde chiavi a un parente o a una persona di fiducia, in modo che, all’occorrenza, possa aiutarvi. Contemporaneamente una seconda ansia potrebbe nascere al rientro, quando dovrete riprendere il lavoro in mano. Se fate come me un lavoro da scrivania, prima di partire appuntatevi le ultime cose che avete fatto prima della vacanza, così come quelle che avrete da fare dopo il rientro.

10. Scarica delle app utili. Al giorno d’oggi è fondamentale avere il mondo alla portata di un dito. Le applicazioni degli smartphone hanno rivoluzionato il nostro modo di viaggiare, influenzandoci alle volte, aiutandoci alle altre. Prima di un viaggio è importante ricercare e scaricare quelle applicazioni utili, che in un modo o nell’altro possano semplificare il viaggio. Traduttori, cambi valute, ma anche app specifiche. Io ho creato una apposita cartella che puntualmente apro durante un viaggio. 


Articolo scritto: Ottobre 2018.
Ultima modifica: Ottonbre 2018.

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.