Ultimi articoli
recent

Visitare Sirmione sulle tracce di Maria Callas

Il soprano Maria Callas visse a Sirmione fra il 1950 e il 1959, innamorandosi di questa località sul Lago di Garda. Di quegli anni che furono sono visibili i luoghi che lei frequentò: ville, piazze e giardini. 

Sirmione cosa fare
Sirmione, il Castello Scaliigero
 

Una leggera nebbia si alza sul Lago di Garda e accompagna il visitatore verso la porta della città. Il suono delle onde che si rimpastano sulla riva si mescola a quello dei pescatori della domenica. Gli stessi che cercano il loro trofeo in quello specchio d’acqua grigio di un cielo coperto. Qualcuno ha con sé una radio e dalla stessa le note di Maria Callas accompagnano verso l’ingresso della città.

Prima di arrivare nella cittadella gli hotel lungo la strada ricordano che qui il benessere corporeo è fra le principali fonti di ricchezza di questa località. Non a caso le Terme di Sirmione sono molto rinomate a livello internazionale e in parte vanno a eclissare le altre meraviglie che qui si possono ammirare.

Ma poi si arriva alla porta d’ingresso della cittadella e la percezione cambia. Davanti si mostra in tutta la sua maestosità ed eleganza un esempio molto raro di fortificazione lacustre, caratterizzata da delle mura imponenti alternate a torri di vedetta. Al di sotto della stessa c’è l’arco che immette nel borgo storico di Sirmione, ricavato su un isolotto. E per entrarvi si passa sul ponte levatoio in legno che sfrutta un fossato naturale. Questa fortezza è meglio nota come Castello Scaligero ed è fra le architetture più visitate d’Italia. Al suo interno vi sono delle darsene protette da cammini di ronda. 

sirmione cosa fare
Sirmione, piazzetta sul mare


Una volta entrati nella cittadella, e lasciatosi il castello alle spalle, si potrà proseguire lungo la via principale, su cui si alternano piazze e vie secondarie terminanti sulle rive del lago. Qui un insieme di negozi e di ristoranti lasciano intendere come Sirmione sia una località importante per il turismo. La via termina nella parte settentrionale di Sirmione, laddove un trittico di strade lascia spazio al grande parco. Oltre solo il verde e soprattutto loro (o meglio dire lei): le Grotte di Catullo. Si tratta di una villa romana conservatasi in buone condizioni, su un’area di due ettari. È dedicata a Catullo: poeta che nacque nella vicina Verona e che lodò Sirmione stessa.

Eppure laddove comincia il parco, e termina la via principale del paese, c’è una villa gialla conservata in perfette condizioni. Le insegne sono chiare: Villa Meneghini-Callas. E quel Callas porta il nome di lei, Anna Maria Cecilia Kalos, meglio nota come Maria Callas. 

Villa Callas
Sirmione,Villa Meneghini-Callas



LA CASA DI MARIA CALLAS

La storia d’amore fra Sirmione e Maria Callas è molto nota. Negli stessi anni in cui la cantante lirica si affermava a livello mondiale, essa scelse di venire a vivere in questa città lacustre, assieme a suo marito Giovanni Battista Meneghini. Nonostante i due si portavano molti anni di differenza, fu lui ad aiutarla, mantenendola nei primi sei mesi veronesi. E successivamente la sposò diventandone il suo agente. Tuttavia la loro relazione terminò quando la Callas si invaghì dell’armatore Aristotele Onassis.

In quegli anni fra il 1950 e il 1959 la Callas si traferì a Sirmione, sentendosi realizzata in quella cittadella. Per il forte amore, cominciò a prendere una serie di iniziative rivolte alla città, fra cui quella di risistemare il parco che oggi porta, in parte, il suo nome. Vi fece piantare essenze floreali, inserire panchine e gazebo. Il tutto per abbellire una località di per sé già bella. Visse anche i luoghi della città, fra cui le terme e lo storico locale Caffè Grande Italia. Le sue parole più importanti su Sirmione, pronunciate in quegli anni, furono un testamento vocale: “Vorrei terminare i miei giorni a Sirmione ed essere sepolta in questo paradiso terrestre”. Ma poi i casi della vita l’allontanarono dal Garda e fu tumulata nel Père-Lachaise di Parigi. Tuttavia le dicerie del tempo hanno parlato di ceneri sparse nel Lago di Garda, o addirittura di una sepoltura nel cimitero di Colombare.

Oggi Villa Callas è una proprietà privata ed è composta da una superficie di 780 mq in cui sono ricavati 19 appartamenti. A cui sommare i 7500 mq di parco circostante. In uno di questi appartamenti si può soggiornare, quantomeno per scoprire alcuni dei segreti che la villa conserva, o per entrare – in qualche modo – a contatto con il ricordo di Maria Callas e di quegli anni che furono.

In più il comune di Sirmione ha allestito all’interno di un palazzo, ribattezzato Palazzo Maria Callas, una mostra dedicata alla cantante lirica, in cui si svolgono anche degli eventi annessi e connessi.

Villa Callas
Sirmione, targa ricordo di Maria Callas



COSA VEDERE A SIRMIONE

Nonostante Sirmione sia una località relativamente contenuta, sono diverse le attrazioni turistiche qui presenti. Alcune le ho già raccontate nei precedenti paragrafi:

- Villa Callas. Villa in cui vissero il soprano Maria Callas e il marito Giovanni Battista Meneghini.
- Le Grotte di Catullo. Un sito archeologico di una villa romana su un’area di 2 ettari.
- Il Castello Scaligero. La fortezza lacustre all’ingresso della cittadella.
- La Chiesa di Sant’Anna. Una piccola chiesetta all’ingresso del paese.
- Chiesa di San Pietro in Mavino. Una chiesa del VIII secolo con un prezioso ciclo pittorico. 

Sirmione  maria callas
Sirmione, il Castello Scaliigero



COME ARRIVARE A SIRMIONE

Sirmione si trova a sud del Lago di Garda, in provincia di Brescia. In automobile attraverso l’Autostrada Milano – Venezia, casello Sirmione. In treno scendendo nelle stazioni o di Desenzano, o di Peschiera. Da lì bus per la città. In aereo gli aeroporti di riferimento sono il Catullo di Verona, il Gabriele D’Annunzio di Brescia, oppure Orio al Serio di Bergamo. Infine ultima opzione, molto più lenta, scomoda e romantica, arrivando in battello.


COME MUOVERSI A SIRMIONE

Nei periodi in cui a Sirmione c’è un picco turistico, potrebbe diventare difficile trovare un parcheggio, anche a pagamento. Il consiglio è quello di usufruire dei parcheggi scambiatori e prendere l’apposita navetta. Altrimenti cercare di parcheggiare a ridosso della cittadella, evitando di entrare in una delle aree ZTL. Per il resto si può girare tranquillamente a piedi.

 
COSA VEDERE NELLE VICINANZE DI SIRMIONE

Fra le località più belle situate nelle vicinanze di Sirmione si hanno:
- Desenzano sul Garda. Un paese che nasce sulle rive del Lago, caratterizzato da un lungo porto molto elegante.
- Peschiera del Garda. Un gioiello che in parte ricorda Venezia, in parte una città croata sul mare.
- Gardaland. Il parco divertimenti si trova a venti minuti da Sirmione ed è una valida alternativa di visita.
- Borghetto. Un gioiello sul Mincio, inserito fra i borghi più belli d’Italia. È famoso per la Festa del Nodo d’Amore.
- Verona. Il capoluogo veneto che non ha bisogno di presentazioni


Articolo Scritto: Aprile 2020.
Ultima Modifica: Aprile 2020.

Nessun commento:

Posta un commento

I viaggi di Dante. Powered by Blogger.